A TRIESTE IL 3 SETTEMBRE 2017 ALLE ORE 18 VERNISSAGE DELLA MOSTRA “TRATTO, RITRATTO, ASTRATTO” – Articolo di Rosetta Savelli

Gli artisti partecipanti saranno: Maria Rita Angelini, Katia Brancaleoni, Luca Castiglione, Erica Cociancich , Elena De Simone, Edelwais Giuseppina, Henry Facchin, Erna Fossati , Maurizio Leoni, Paola Machetta , Italo Nicoletti , Ugo Sambruni, Nevia Brosich e Ennio Zangrando e con i loro quadri parteciperanno all'inaugurazione della Sala Mostre il 3 settembre alle ore 18, in via Della Raffineria 4/D a Trieste. Dopo il Vernissage che si svolgerà il 3 settembre 2017 alle ore 18 la mostra rimarrà aperta al pubblico fino al 16 settembre alle ore 21.

A TRIESTE IL 3 SETTEMBRE 2017 ALLE ORE 18 VERNISSAGE DELLA MOSTRA “TRATTO, RITRATTO, ASTRATTO”

A TRIESTE IL 3 SETTEMBRE 2017 ALLE ORE 18 VERNISSAGE DELLA MOSTRA “TRATTO, RITRATTO, ASTRATTO”

A TRIESTE IL 3 SETTEMBRE 2017 ALLE ORE 18 VERNISSAGE DELLA MOSTRA “TRATTO, RITRATTO, ASTRATTO”

A TRIESTE IL 3 SETTEMBRE 2017 ALLE ORE 18 VERNISSAGE DELLA MOSTRA “TRATTO, RITRATTO, ASTRATTO”

A TRIESTE IL 3 SETTEMBRE 2017 ALLE ORE 18 VERNISSAGE DELLA MOSTRA “TRATTO, RITRATTO, ASTRATTO”

A TRIESTE IL 3 SETTEMBRE 2017 ALLE ORE 18 VERNISSAGE DELLA MOSTRA “TRATTO, RITRATTO, ASTRATTO”

A TRIESTE IL 3 SETTEMBRE 2017 ALLE ORE 18 VERNISSAGE DELLA MOSTRA “TRATTO, RITRATTO, ASTRATTO”

A TRIESTE IL 3 SETTEMBRE 2017 ALLE ORE 18 VERNISSAGE DELLA MOSTRA “TRATTO, RITRATTO, ASTRATTO”

A TRIESTE IL 3 SETTEMBRE 2017 ALLE ORE 18 VERNISSAGE DELLA MOSTRA “TRATTO, RITRATTO, ASTRATTO”

A TRIESTE IL 3 SETTEMBRE 2017 ALLE ORE 18 VERNISSAGE DELLA MOSTRA “TRATTO, RITRATTO, ASTRATTO”

All’interno della splendida cornice della fascinosa città di Trieste si snoda via Della Raffineria, un tempo importante e bellissima, mentre oggi si è trasformata in una via che gradualmente si sta spegnendo. Infatti, in questi ultimi dodici anni, la via Della Raffineria a Trieste ha subito grandi cambiamenti e quasi tutti i negozi e le botteghe artigianali hanno chiuso.

Trieste è un luogo magico, fulcro della regione storico-geografica della Venezia Giulia, che si ritrova collocata in un crocevia strategico tra l’Europa occidentale e l’Europa centro-meridionale, mescolando di conseguenza i caratteri mediterranei con quelli mitteleuropei. Il suo porto oggi è uno degli snodi marittimi più importanti d’Europa e nel passato fu il principale sbocco marittimo dell’Impero Asburgico che nel 1719 gli riconobbe lo status di porto franco.

La storia di questa splendida città rimane scritta lungo le sue vie ed una di queste è proprio via Della Raffineria.

Lungo questa via, al numero civico 4, all’interno di in uno stupendo palazzo in stile Liberty, Maria Rita Angelini, professoressa in pensione e pittrice per passione, ha dato corpo e anima ad un suo prezioso sogno con l’intenzione di riqualificare un luogo storico di grande bellezza. Così dopo aver ristrutturato il piano terra, senza alcun aiuto economico, come ci tiene lei stessa a precisare, è riuscita a mantenere in vita e in attività il suo negozio di giocattoli, situato al piano terra del palazzo in stile Liberty.

Il nome Stile Liberty si diffuse in Italia dopo avere attinto spunto ed ispirazione dai magazzini londinesi di Arthur Liberty, dove si esponevano regolarmente oggetti d’arte e tessuti disegnati in stile Art Nouveau alla fine del XIX secolo.

L’Art Nouveau, fu uno stile noto in Italia anche come stile floreale, stile Liberty o arte nova e fu un movimento artistico e filosofico attivo nei decenni a cavallo tra l’Ottocento e il Novecento, che influenzò le arti figurative, l’architettura e le arti applicate.

Così accadde che l’architettura del nuovo stile diede vita al palazzo sorto in via Della Raffineria n. 4 dopo che, nel 1912, il capo mastro Angeli presentò il progetto di una casa di pregio in una zona vicino a piazza Garibaldi, distante circa 300 metri da piazza Goldoni. La novità del progetto riguardava la struttura, realizzata in parte in pietra nella fondamenta, ma poi realizzata in cemento armato in elevazione, fino a raggiungere i solai. La luce che entrava all’interno del palazzo, attraverso le grandi finestre, era una della caratteristiche fondamentali del progetto, al fine di offrire molta luminosità .

Proprio qui, all’interno della storica location in stile Liberty, sulla parte destra, Maria Rita Angelini ha creato uno spazio completamente dedicato all’arte contemporanea e del quale lei stessa è ideatrice e curatrice, spazio chiamato: “Atelier della casa- Sala mostre”.

Il prossimo 3 settembre 2017 sarà inaugurata la sala d’arte con l’esposizione della mostra “Tratto, ritratto e astratto” che vedrà la partecipazione di 14 artisti che hanno scelto questi suggestivi spazi per proporre le loro opere artistiche e fra loro esporrà anche la stessa Maria Rita Angelini.

Gli artisti partecipanti saranno:

Maria Rita Angelini, Katia Brancaleoni, Luca Castiglione, Erica Cociancich , Elena De Simone, Edelwais Giuseppina, Henry Facchin, Erna Fossati , Maurizio Leoni, Paola Machetta , Italo Nicoletti , Ugo Sambruni, Nevia Brosich e Ennio Zangrando e con i loro quadri parteciperanno all’inaugurazione della Sala Mostre il 3 settembre alle ore 18, in via Della Raffineria 4/D a Trieste.

Maria Rita Angelini è anche disponibile per effettuare una valutazione precisa delle singole opere d’arte, anche se ciascuna valutazione risulta spesso complessa, in quanto richiede l’analisi di molti parametri.

Dopo il Vernissage che si svolgerà il 3 settembre 2017 alle ore 18 la mostra rimarrà aperta al pubblico fino al 16 settembre alle ore 21.

Sarà quindi un’ottima opportunità per apprezzare l’arte contemporanea inserita all’interno di un contesto architettonico classico, quest’ultimo inserito a sua volta nel cuore storico della splendida città di Trieste.

 

Articolo di Rosetta Savelli

11 agosto 2017

Commenta con Facebook
Rosetta Savelli

Rosetta Savelli

La scrittrice Rosetta Savelli coltiva da sempre l'amore per la Musica, la Letteratura e l' Arte in tutte le sue espressioni. Ha pubblicato quattro libri: un racconto , una raccolta di poesie e due romanzi. Ha partecipato a numerosi Concorsi Letterari, sia nazionali che internazionali ottenendo riconoscimenti e pubblicazioni. E' inoltre presente in una ventina di antologie letterarie, sia di prosa che di poesia. Ha pubblicato racconti su riviste specializzate di Arte e Letteratura. Ha partecipato a trasmissioni televisive e radiofoniche ed ha intervistato noti personaggi della Cultura e dello Spettacolo. Rosetta Savelli è una donna libera ,che vive in modo autonomo ed indipendente rispetto alle convenzioni, sia sociali che individuali e considera la vita come un'incessante e complessa ricerca di ciò che è giusto e di ciò che è vero. E' una donna che considera la ricerca sempre come prioritaria alla certezza e che vive in modo coerente rispetto ai propri pensieri. Il suo romanzo "La Primavera di Giulia" è stato pubblicato dal Ponte Vecchio in Cesena nel 2006. Il racconto "Iris e Dintorni" e la raccolta di poesie "Le Magie che mi soffiano lontano" sono stati pubblicati nel 2002 dalla Firenze Libri e sono stati presentati alla 55° Fiera del Libro di Francoforte nel 2003, inseriti nel volume antologico "White Land L' Autore". Nel 2009 ha partecipato al Premio Letterario Firenze per le Culture di Pace, dedicato a Tiziano Terzani ed è stata inserita nel volume antologico "Racconti per la Pace" con il racconto "Il Mondo nella piazza davanti a casa mia". Con il racconto "Rendere e non finire " pubblicato sul quotidiano indipendente online "La Voce D' Italia" ha partecipato al Premio Giornalistico Nazionale "Natale UCSI 2006". Nel 2012 ha partecipato ed è stata premiata al xx° Concorso Letterario Internazionale A.L.I.A.S.- Accociazione Letteraria Scrittori Italo Australiani, ottento il 2° posto con la poesia "La Torre Campanara ed il Castello" e la menzione di merito per la sezione narrativa con il racconto "La Corda di Carbonio". Ha scritto molti articoli per la rivista multiculturale indipendente “Horizon Literary Contemporary” con sede in Bucharest e diramata poi nel mondo. Scrive inoltre articoli per diversi Magazine online. E' stata fra i tre vincitori all'evento Turboblogging per Aster- Rete di Alta Tecnologia dell'Emilia Romagna presso il CNR in Bologna nel giugno 2013. Nel 2014 ha partecipato al Concorso Big Jump con il suo ultimo romanzo pubblicato in Amazon “Celeste (Da qui a Hollywood la strada è breve)” risultando 15° fra 220 concorrenti. Nel 2014 ha iniziato la collaborazione con la Rivista Juliet Art Magazine – prestigiosa Rivista di Arte Contemporanea e di Avanguardia con una rubrica propria. Nella 2° edizione dell'evento Turboblogging promosso da Aster- CNR Bologna, nel 2014, si è classificata nuovamente tra i vincitori, ottenendo come premio di fare parte per una settimana della Redazione di Radio Città del Capo a Bologna, nel mese di aprile 2015. Nel mese di ottobre 2015 Rosetta Savelli ha vinto il III° Premio alla V° Edizione del Premio Kafka Italia 2015 in Gorizia, presso Kulturni C Lojze Bratuž, con il Racconto “Iris e Dintorni” edito nel 2003 dalla Firenze Libri . Nel mese di aprile 2017 Rosetta Savelli insieme all'artista Daniele Miglietta ha vinto il Premio della Critica in occasione della I°Edizione del Concorso online “Poesia a Colori” - Dall'incontro di due artisti le parole si colorano. Indetto dall'Associazione Arte per Amore, sotto la Presidenza di Barbara Benedetti. Rosetta Savelli ha partecipato con la poesia “Se sei donna ti diranno che ti manca” abbinata all'opera pittorica di Daniele Miglietta “Sleeping on flowers”. 

Tags:

Lascia un Commento...